Home TARTUFO Tartufo bianco pregiato
Tartufo bianco pregiato PDF Stampa E-mail

ASPETTO ESTERNO FORMA
Può essere globosa e regolare, più spesso angolosa e irregolare. E’ il tartufo più grande, può superare i 500 grammi di peso e i 15 cm di diametro.

ASPETTO ESTERNO PERIDIO

Di colore chiaro, bianco crema, giallo ocraceo, giallo olivastro o grigio verdastro. Peridio liscio, poco spesso e tenero.

ASPETTO INTERNO GLEBA
Pasta compatta, di colore tendenzialmente chiaro, dal rosato all’ocra, al nocciola, ha venature bianche, sottili che gli conferiscono un aspetto marmorizzato.

PROFUMO
Più o meno intenso e complesso, ma sempre fragrante, elegante e penetrante. A seconda della pianta, del terreno, del microclima può ricordare il miele, l’agliaceo, il fieno, le spezie, soprattutto la noce moscata, il fungo, la terra bagnata ecc.

GUSTO
Poco accentuato, delicato, piacevolmente agliaceo, con lunga e fine persistenza gusto - olfattiva.

HABITAT
Terreni freschi, marnosi, sabbiosi, argillosi. Non ama i boschi ma le radure incolte mantenute pulite, i margini dei corsi d’acqua e dei sentieri, ecc.

PIANTE SIMBIONTI
Querce, tigli, pioppi, salici, ginepri, ecc.

PERIODO DI MATURAZIONE
Da ottobre a dicembre

CONSIDERAZIONE
In Italia è il tartufo più famoso e più prezioso per l’ altissimo prezzo di mercato.
E’ valutato in carati, cioè in base alla dimensione, più è grosso più vale.
In cucina viene utilizzato soprattutto come aromatizzante che, tagliato a lamelle sottilissime, conferisce eleganza a tutti i piatti.

 

Tartufo bianco

(TUBER MAGNATUM PICO)