Home TARTUFO Tartufo d'estate o scorzone
Tartufo d'estate o scorzone PDF Stampa E-mail

ASPETTO ESTERNO FORMA
Generalmente globosa, a volte deformata e con lobi irregolari. Può raggiungere le dimensioni di una grossa mela (anche 10 cm di diametro).

ASPETTO ESTERNO PERIDIO

Di colore nero brunastro. Superficie cosparsa di verruche che possono essere minute o più spesso grandi e striate.

ASPETTO INTERNO GLEBA
La pasta è abbastanza compatta di colore da bianco sporco a nocciola scuro con sottili venature bianche molto ramificate.

PROFUMO
Delicato, ricorda il fungo e la pannocchia di mais, a volte presenta note sulfuree. Abbastanza intenso ma non elegante.

GUSTO
Piacevole con discreta persistenza gusto - olfattiva.

HABITAT
Ama soprattutto i terreni calcarei di ogni genere. Cresce nei boschi di latifoglie e di conifere. E’ diffuso a livello mondiale.

PIANTE SIMBIONTI
Quercia, faggio, carpino, pioppo, nocciolo, pino, abete, larice, ecc.

PERIODO DI MATURAZIONE
Soprattutto da Maggio a Novembre-Dicembre, ma si trova quasi tutto l’anno.

CONSIDERAZIONE
Il basso costo, la facilità di conservazione e la capacità di tenere la cottura ne fanno il tartufo più utilizzato tutto l’anno in cucina e per condire le paste tradizionali. Si conserva vantaggiosamente in freezer, in vasetti di vetro, tritato e mescolato con burro o con olio extra vergine.

 

Tartufo d'estate

(TUBER AESTIVUM VITT.)