Home TARTUFO
TARTUFO
Associazione PDF Stampa E-mail

San Giovanni d'Asso è un comune di 903 abitanti della provincia di Siena. Sorge al centro delle Crete Senesi lungo il torrente Asso.

L'abitato è dominato dall'imponente mole del castello di origini medievali, al cui interno è ospitato il Museo del Tartufo.

Nel centro storico sono degne di interesse anche la Pieve di San Giovanni Battista e la Chiesa di San Pietro in Villore, entrambe di epoca medievale.

 
Il Consorzio PDF Stampa E-mail

San Giovanni d'Asso è un comune di 903 abitanti della provincia di Siena. Sorge al centro delle Crete Senesi lungo il torrente Asso.

L'abitato è dominato dall'imponente mole del castello di origini medievali, al cui interno è ospitato il Museo del Tartufo.

Nel centro storico sono degne di interesse anche la Pieve di San Giovanni Battista e la Chiesa di San Pietro in Villore, entrambe di epoca medievale.

Leggi tutto...
 
Tartufo bianco pregiato PDF Stampa E-mail

ASPETTO ESTERNO FORMA
Può essere globosa e regolare, più spesso angolosa e irregolare. E’ il tartufo più grande, può superare i 500 grammi di peso e i 15 cm di diametro.

ASPETTO ESTERNO PERIDIO

Di colore chiaro, bianco crema, giallo ocraceo, giallo olivastro o grigio verdastro. Peridio liscio, poco spesso e tenero.

ASPETTO INTERNO GLEBA
Pasta compatta, di colore tendenzialmente chiaro, dal rosato all’ocra, al nocciola, ha venature bianche, sottili che gli conferiscono un aspetto marmorizzato.

Leggi tutto...
 
Conoscere il tartufo PDF Stampa E-mail

Dal punto di vista botanico il tartufo è un fungo ipogeo, cioè sotterraneo, appartenente al genere tuber. E’ formato da una massa polposa detta “gleba” e da una corteccia esterna detta “peridio”. Questa può essere liscia e tenera, come  quella del tartufo bianco pregiato (tuber magnatum Pico), o più o meno rugosa e consistente, come quella dei  vari tartufi neri. La polpa è percorsa da numerosi filamenti detti “ micelio”, che circoscrivono le zone fertili dove maturano le spore, che sono lo strumento con cui il fungo si diffonde. I filamenti conferiscono alla gleba un aspetto marmorizzato.

Leggi tutto...
 
Tartufo bianchetto o marzolo PDF Stampa E-mail

ASPETTO ESTERNO FORMA
Può essere globoso e regolare, ma anche gibboso e irregolare. Raramente supera i due centimetri di diametro.

ASPETTO ESTERNO PERIDIO

Di colore biancastro tendente all’ocra e al marroncino tenue. Peridio liscio, poco spesso e tenero.

ASPETTO INTERNO GLEBA
Pasta abbastanza compatta di colore chiaro che, in piena maturità, tende al brunastro – nocciola. Ha venature biancastre, rade, a volte fini, altre, grossolane.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345Succ.Fine»